header image
 

” QUALCOSA CAMBIA, NEL TEMPO…”

L’elezione di Barack Obama  a Presidente degli Stati Uniti d’America è un evento importante per il futuro di tutto il mondo, sicuramente per il mondo Occidentale!

In questo mondo che si evolve nel tempo, qualcosa di importante è successo:

Questo evento segnerà la storia: modificherà gli eventi futuri.

Viene eletto in uno degli Stati più importanti del mondo ( perché ormai gli U.S.A. non è più il paese che domina il mondo ), viene eletto presidente un "nero": uno della razza "negra". Perché metto tra virgolette la parola negra? Mi spiego: la negritudine è una qualità che sta ad indicare quelle persone dalla pelle di colore nero, con capelli crespi, naso a patata ecc…

E queste sono qualità positive, qualificative e di cui si può solo prendere atto.

Come si puo prendere atto delle qualità delle altre razze, i bianchi dalla pelle chiara, dai capelli lisci o ondulati, dal naso aquilino? Ecc.. o i cosiddetti gialli  dal colorito olivastro e dagli occhi a mandorla, come gli indù dalla pelle nera e dai tratti dei bianchi e via via le varianti delle razze.

Quindi per me non è offensivo dire ad uno che ha le caratteristiche della razza negra , negro, perché essere negro è una qualità che reputo positiva.

Comunque penso che ai posteri resterà un evento. " E’ stato eletto il primo uomo nero a presidente

degli Stati Uniti."

A Noi interessa altro: quale scelte farà; sarà come si spera un presidente progressista, prenderà coscienza che gli Usa non sono il solo paese leader del mondo? A noi interessano le scelte che andranno a fare lui ed il suo entourage, durante il suo mandato.

Ormai il mondo è un villaggio globale. Vi sono altre realtà economiche e di conseguenza politiche: cioè La Russia, che possiede giacimenti di gas e ricchezza economico finanziaria,

la Cina, l’Europa, il Brasile e di paese dell’america del sud Venezuela, ecc…

l’India ed infine l’Africa ricca di materie prime ed infine l’Australia il Canada: insomma una pluralità di paesi….

 

Questa crisi Economica-finanziaria è crisi di un sistema il sistema Capitalistico.

Dopo la crisi del sistema "comunista" questa crisi!!?

Questa crisi deve essere superata col pragmatismo e la cooperazione di tutte questi paesi.

VI è bisogno di un cooperazione o almeno interventi coordinati e mutualistici a livello mondiale

Tendenti ad un rilancio dell’economia mondiale e ad una ripartizione più equa del benessere.

Questa è la mia aspettativa e penso la nostra aspettativa, dico l’aspettativa del popolo Europeo, progressista. Questa , ci aspettiamo, è la risposta che ci aspettiamo da Barack Obama neo presidente

Degli Stati Uniti di America.

Sono convinto che ciò avverrà, perché le premesse ci sono, perché è interessi di tutti che l’economia

Avanzi. Mi auguro in oltre che lo sviluppo avvenga usando energia rinnovabile, che si trova in natura e di cui noi dobbiamo trovare il modo di utilizzarla, trovare la tecnologia per usarla all’infinito, senza alterare l’equilibrio di questo globo azzurro e verde.

Si questo mondo evolve nel tempo, speriamo solo che il mio non sia solo un sogno, ci sono i prodromi a che si avveri qualcosa, ma il futuro non lo conosce nessuno!!

 

Antonino Mastrantoni

 

~ di Blog Admin on 7 Novembre 2008. Tagged: ,

9 Risposte to “” QUALCOSA CAMBIA, NEL TEMPO…””

  1. Speriamo cominci a migliorare la politica internazionale e la coscienza che le guerre portano solo arretratezza e distruzione. Già questo sarebbe un passo importante.

  2. si via gli americani dall’Iraq se vogliamo cominciare bene e poi Osama sempre meglio di Bush ci sarà, anche se non vi vuol,e molto per trovare un presidente meglio di Bush

  3. Molti commentatori democratici si stanno preoccupando, ora, di ridimensionare le esagerazioni che Obama ha scatenato. Alcuni lo facevano anche prima delle elezioni, ma era molto difficile fare commenti equilibrati, senza passare per guastafeste o filo-repubblicani.

  4. John McCain avversario di Obama dopo aver perso le elezioni ha detto: – faccio gli auguri AL MIO PRESIDENTE -. Gli americani se perdono si fanno da parte con signorilità. In Italia quando ci sono le elzioni sembra che abbiano vinto (sempre) tutti?addirittura in questi giorni nel nostro Paese sembra che dopo l?elezione di Obama abbia vinto Veltroni :O

  5. La forza di Obama è che “profuma di nuovo” sul serio, come le macchine appena ritirate dal concessionario… senti il profumo e ti fai un sacco di aspettative sulle soddisfazioni che ti darà la tua nuova macchina. Obama ancora è credibile, genera sensate aspetattive. E’ tutto qui (eppure sembra la manna dal cielo), è fresco dice cose coraggiose ma semplici, stupiscono non tanto per il significato in se, quanto perché ti da l’impressione di crederci sul serio e non solo per acciuffare consenso.

    Obama pare metterci convinzione e passione, il tempo dirà se è vero. Ha tutto il tempo per deludere i suoi elettori o per dimostrare di meritare la fiducia incassata, ma per ora è già riuscito a conseguire due risultati:

    nel bel mezzo di una crisi economico-finanziaria, che sembra paralizzare mezzo pianeta (l’altro mezzo muore comunque di fame), è tornato far sognare gli americani…. e a far morire di invidia noi poveri italiani.

  6. luc qual’è il tuo blog?

  7. E’ vero, l’entusiasmo per Obama è notevole, speriamo che non si allinei anche lui ai petrolieri ed ai politici corrotti di questo mondo.

  8. riferedomi all’articolo su Obama, a noi in Italia non ci frega nulla di quel che farà Obama, se non di riflesso! anzi, io spero che si distingua dall’Europa.

    La cosa che mi preccupa è che l’europa nella riposta alla

    crisi finanziaria stà rispondendo ognuno per cont suo!

    Penso che bisogna coordinare una strategia comune!

    Possiamo divenire la “Regione guida” per il mondo!

    UN saluto.

    Antonino

  9. OBAMA DEVE FARE QUALCOSA PER RISOLVERE I PROBLEMI ENERGETICI E LA GUERRA NEL MONDO.

    MACCHINE A IDROGENO E VIA I SOLDATI AMERICANI DAI PAESI DEL MEDIO ORIENTE !!